Rosso

vino rosso

Ogni vigneto ha un corpo, ogni vigna è un essere vivente. Sta al viticoltore scegliere se schiavizzare quei corpi o liberarne il potenziale..

Rosso è il racconto di un passaggio, di un inizio, di una storia che chiudendosi, continua. È il vino che Pete ha lasciato in eredità alle nuove generazioni di vignaioli che porteranno avanti la sua filosofia di «vini estremi». Un’etichetta giocosa e innovativa, dove la base di uve Dolcetto esprime tutta la sua forza vitale, la sua esuberanza generazionale. Le viti, ubicate nel doglianese a quasi 500 metri di altitudine, raccolgono la tradizionale vocazione di questa zona al Dolcetto, ma la portano avanti, con un nuovo nerbo, un’esuberanza sempre piacevole. Una macerazione di quindici giorni schiude tutti i profumi fruttati e floreali del più tipico vitigno piemontese, donando al Cascina Ebreo Rosso un’attitudine dirompente e beverina, dove l’acidità, sempre presente, completa le sensazioni fruttate con una freschezza inedita e piacevole.